CHIARIMENTI E PROSPETTIVE...

Roma -

970, SVILUPPI ECONOMICI, SCORRIMENTO GRADUATORIE….

Dopo la lunga pausa elettorale sono riprese questa settimana le trattative sindacali. In apertura del riavvio del confronto, centrato soprattutto sul nuovo modello organizzativo,  l’Amministrazione ha “relazionato” in merito alle richieste che la RdB ha posto come condizione indispensabile per la normale ripresa degli incontri:

-chiarimento politico, in merito alla mancata autorizzazione ad assumere le 970 unità per C1;

-chiarimento sulla procedura di sviluppo economico per il personale sanitario appartenente alla posizione C1.

In merito alla prima questione l’Amministrazione ha sottolineato di aver predisposto la lettera per chiedere, sulla base dell’ articolo 10 dello stesso  DPR autorizzativo che deve ancora essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, la modifica del numero di assunzioni concesse, senza andare a modificare la cifra autorizzata che costituisce limite invalicabile.  In sostanza l’Amministrazione ha risposto alle nostre preoccupazioni in maniera esclusivamente ed insufficientemente  tecnica,  tanto che il Direttore Generale ha affermato  “… su questa vicenda non esistono problemi politici, ma solo di natura tecnica e  la lettera di richiesta di modifica riceverà una risposta sicuramente positiva...” Tanta certezza ci rassicurerebbe sicuramente se non  ci avessero già detto la stessa cosa decine di altre volte… Da parte sua invece il Presidente della delegazione trattante, dott. Pierpaolo Celeste, Consigliere  d’Amministrazione ,  ha assicurato che la vicenda è seguita “serenamente, con il cuore e la passione che merita”. Per un attimo abbiamo temuto di essere capitati nel bel mezzo di uno spot del Mulino Bianco… Ma quale cuore e quale passione..!...i lavoratori hanno bisogno di risposte certe che nascano da assicurazioni politiche che fino ad oggi non ci sono state, tanto che la vicenda dei CFL si trascina ormai da 6 anni.  Assicurazioni che vanno ricercate mettendo da parte la sottovalutazione e l’atteggiamento superficiale che fino ad oggi ha caratterizzato questa e tante altre vicende che riguardano il personale…

 Per inviare la lettera si dovrà comunque attendere la pubblicazione del DPR: solo allora potranno essere richieste le modifiche. Vogliamo però sottolineare che abbiamo contestato all’Amministrazione l’intenzione di privilegiare l’assunzione, peraltro frammentaria, dei dirigenti a scapito di altre richieste non accolte dalla funzione Pubblica. Autorizzati i 970, infatti i soldi residui sarebbero sufficienti ad assumere TUTTI i 18 tecnici di radiologia, attualmente a tempo determinato che da tre anni sono in attesa dell’autorizzazione per essere inquadrati a tempo indeterminato. Riteniamo questo un aspetto da privilegiare, vista l’esiguità  dello stanziamento autorizzato.

Anche sul versante delle progressioni economiche registriamo da parte dell’Amministrazione un arroccamento su spiegazioni tecniche che mal si sposa con la necessità di affrontare il problema dal punto di vista politico. La volontà di tutte le OO.SS. era, ed è stata ribadita al tavolo negoziale,  quella di prevedere il passaggio economico per tutti i C1 che avevano i requisiti di permanenza di tre anni nella qualifica, indipendentemente dalla tipologia di presenza a tempo determinato od a tempo indeterminato. Visto che si tratta dell’utilizzo del fondo per il salario accessorio dei lavoratori  e che le modalità di attribuzione sono state stabilite in base ad un accordo tra le parti, riteniamo del tutto pretestuoso l’arroccamento “tecnico” dell’Amministrazione, che va in direzione opposta rispetto a quella espressa dalle OO.SS. Su questa vicenda così come su quella delle autorizzazioni abbiamo dichiarato la nostra insoddisfazione concedendo  all’Amministrazione un’ulteriore settimana: se le risposte dovessero ancora una volta essere insoddisfacenti, decideremo che tipo di iniziative mettere in campo.    

          L’altro argomento  ancora sospeso, era quello relativo allo scorrimento delle graduatorie. Abbiamo firmato un accordo che, motivato dal trend in costante aumento delle carenze organiche, autorizza lo scorrimento delle graduatorie di  C3 e C4.

Non è possibile ancora oggi fare delle previsioni realistiche sul numero di posizioni che potranno avanzare in quanto dovranno essere rideterminati tutti i fabbisogni in conseguenza dell’accordo del Nuovo Modello Organizzativo attualmente in discussione. Nello specifico per lo scorrimento della graduatoria C3 bisognerà attendere l’esito dell’opposizione al  Consiglio di Stato la cui udienza è prevista per il 22 gennaio 2008.

Si precisa, tra l’altro, che dopo la rideterminazione a livello regionale degli organici si procederà prima dello scorrimento delle graduatorie ad attuare le procedure di mobilità.

Abbiamo firmato l’accordo, ma abbiamo voluto sottolineare con una nota a verbale che la firma non impegna la RdB ad accettare il nuovo modello organizzativo in discussione, più volte richiamato nel documento di lavoro allegato all’accordo stesso. Non si tratta solo, seppur importante,  di verificare quanti saranno i numeri dei fabbisogni  che scaturiranno dalla nuova riorganizzazione dell’Ente e  quale la loro distribuzione, ma soprattutto di capire a fondo CHE INAIL SI INTENDE COSTRUIRE, soprattutto in un panorama politico piuttosto complesso e, diciamocelo, anche parecchio confuso, che riguarda nel suo insieme  la riforma degli Enti previdenziali.

 

Roma, 06/12/2007                                        RDB CUB INAIL PI

                                                           Daniela Mencarelli

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati