Vigilanza Inail, noi ci siamo!

Nazionale -

Il 24 gennaio, nel tardo pomeriggio  il personale ispettivo INAIL  ha ricevuto una email della DCRA Ufficio vigilanza Assicurativa  che invita a partecipare al corso di formazione straordinaria predisposto dall’INL in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il programma di formazione COMINCIA OGGI si articola in 12 giornate di 2 ore ciascuna dalle 15.00 alle 17.00

Viene inoltre precisato che: “Le iniziative formative sono comunque registrate e lo stesso link sarà utilizzabile dagli ispettori per seguire le lezioni sia in diretta sia in differita, al fine di consentire la più ampia fruibilità”

DICIAMO CHIARAMENTE CHE PROPRIO NON CI SIAMO

· La formazione del personale non può avvenire fuori dall’orario ordinario di lavoro.

· Su una materia così delicata, tecnica, specialistica, fare una formazione in streaming e senza potere interagire con il personale docente e con gli altri è inaccettabile.

· E’ inaccettabile che la DCRA ritenga esaustiva questa formazione: le competenze in materia di salute e sicurezza non si improvvisano né si possono acquisire con un corso accelerato on line.

· E’ inaccettabile essere informati il giorno prima, nel tardo pomeriggio, di un corso di formazione che inizia il giorno seguente, fuori dall’orario di lavoro.

· E’ inaccettabile, infine, che gli ispettori INPS e INAIL siano inseriti in corsa su corsi predisposti per la ITL in cui gli ispettori ITL hanno già partecipato ad altre sessioni di corso non proposti agli ispettori INPS e INAIL .

Come abbiamo scritto nel nostro comunicato del 16 dicembre, che alleghiamo, non esistono scorciatoie per potere garantire in modo efficace il rispetto della sicurezza nei luoghi di lavoro.

E’ inaccettabile che l’INAIL continui ad essere acquiescente verso decisioni dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro che impattano direttamente sul personale Inail e che mandi allo sbaraglio, in maniera irresponsabile, il proprio personale ispettivo, sulla base della circolare  4 del del 9/1272021, in cui l’INL in maniera unilaterale adibisce il personale di Vigilanza INPS e INAIL a mansioni relative alla sicurezza e salute sul lavoro.

Una circolare  che a parere di questa OS prevede un utilizzo illegittimo  del personale di  vigilanza per compiti diversi da quelli abituali, creando un forte disorientamento tra il personale ispettivo, accentuando il già forte disagio connesso al ruolo ad esaurimento e alle disfunzioni legate alla nascita della INL.

Tra l’altro ci risulta che l’ INL abbia informato l’Inail della partenza dei corsi solo il 21 di questo mese. Se così fosse, questo atteggiamento dimostrerebbe chiaramente il ruolo ormai totalmente  subalterno  a decisioni non condivise, ma che calano dall’alto.

Come USB abbiamo chiesto un incontro apposito sugli effetti della  circolare 4 della INL in data  16/12/2021 .

Nella lettera di benvenuto  al nuovo Direttore Generale abbiamo ribadito le problematiche del servizio ispettivo dell’ENTE, ribadendo la richiesta dell’abrogazione della  della norma che ha previsto l’inserimento degli ispettori di vigilanza di INPS e INAIL in un ruolo ad esaurimento.

Non ci è stata data alcuna risposta. Comprendiamo il momento particolare, comprendiamo la battuta di arresto nelle relazioni legate all’arrivo del nuovo Direttore, ma questa modalità è del tutto  inaccettabile.

Si chiede pertanto un immediato incontro con i vertici dell’istituto e si indice già da oggi lo stato di  agitazione del personale ispettivo.

Roma, 25 gennaio 2022

 USB P.I. INAIL

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati