Salute e Sicurezza Lavoratori Direzione Generale, DR Lazio e Sedi Inail Roma

Roma -

A TUTTI I LAVORATORI

 

Nella giornata di lunedì 5 ottobre, durante l’incontro con l’amministrazione si è venuti a conoscenza, in forma ufficiale, della positività di alcuni lavoratori della Direzione generale con la conseguente sanificazione di tre piani dell’Immobile di Piazzale Pastore e -nella stessa giornata- della chiusura della Sede di Roma Nomentano.

 

Data la particolarità delle Sedi site nella città di Roma, nei cui immobili  lavorano centinaia di lavoratori e nelle quali l’utenza è numerosissima, USB PI ha chiesto con la lettera allegata la immediata sospensione del rientro in sede del 50% del personale, a tutela della salute e della sicurezza, almeno fino alla scadenza dell’emergenza epidemiologica, o comunque fino al completo certo e definitivo ripristino delle condizioni di sicurezza,limitando comunque le presenze a quelle strettamente necessarie ed indispensabili.

 

Questo periodo di sospensione andrebbe sfruttato anche per implementare il flusso organizzativo, visto che alle OOSS non è stata data tempestiva comunicazione di questi e dei casi precedenti. E’ necessario adottare, nel rispetto della privacy degli interessati, una modalità di comunicazione rapida e trasparente, non solo in Direzione Generale ma in tutte le sedi del territorio.

 

Al termine della  riunione sui mutui ipotecari, tenuta  -come sopra detto- il 5 ottobre, USB PI -con le altre OOSS- ha sollevato la questione, soprattutto sotto il profilo della trasparenza della comunicazione e  della apertura degli sportelli e ha richiesto la sospensione dei rientri “massivi” in presenza, insieme con una comunicazione puntuale sul monitoraggio che l’amministrazione si era impegnata a fornire. L’Amministrazione – su richiesta delle OOSS – ha garantito che ci sarà un incontro riguardante le  modalità di applicazione della recente nota del Direttore generale  con particolare riguardo all’apertura degli sportelli e alla situazione dei lavoratori del settore sanitario.

 

Infine l’Amministrazione ha ribadito che gli incontri – riunioni di lavoro e incontri sindacali - devono essere svolti tranne casi eccezionali su Teams, come già stabilito nei Documenti tecnici riguardanti il contenimento dell’epidemia. Una indicazione più volte richiesta da USB PI nelle ultime settimane, a fronte delle consuete fughe in avanti di qualche dirigente.

 

Vi terremo -come al solito- informati.

 

Inviamo la lettera riguardante le sedi di Roma, invitando tutte le RSU a livello nazionale a mantenere alta l’attenzione, chiedendo anche formalmente chiarimenti alla rispettiva dirigenza (datore di lavoro) ed il pieno rispetto e l’applicazione non burocratica della nota del Direttore Generale.

 

Roma 6 ottobre 2020                                                                                                                                                                   USB PI Coordinamento Inail

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni