INCONTRO SUI PASSAGGI

Roma -

         

 

 

27 settembre 2010

INCONTRO SUI PASSAGGI

 

Si è tenuto ieri mattina  il previsto incontro di delegazione sull’attualizzazione dell’accordo del 17.12.2009.

Nel volantino del 22 settembre u.s. “In parte soddisfatte le nostre richieste ma non basta” avevamo indicato quello che secondo la RdB è il nodo della questione, ossia i passaggi tra le aree. Infatti, se per le procedure all’interno delle aree si prevedono passaggi per circa l’80% del personale, non è possibile in questo momento fare alcuna previsione se non a lungo termine, per quanto riguarda i concorsi tra le aree.

Abbiamo rappresentato all’Amministrazione le problematiche dei colleghi che non avranno la possibilità di avanzamenti di carriera nell’immediato ( circa il 20% del personale interessato ai passaggi economici all’interno delle aree) e di coloro che purtroppo, se non verranno modificate le norme in vigore,  non riusciranno a fare il passaggio di area neanche nel prossimo futuro. Abbiamo richiesto che venga dato un riconoscimento economico che renda giustizia al lavoro svolto, pur sapendo che questo non può sostituire per i colleghi il passaggio giuridico.  E’ da sempre  che la Rdb pone all’attenzione il problema dei dipendenti che svolgono mansioni superiori, per sanare in qualsiasi modo la disparità di trattamento economico. Oggi abbiamo fortemente ribadito la necessità di trovare ogni soluzione utile anche attraverso una diversa distribuzione dei fondi utilizzando, per esempio, lo stanziamento relativo agli straordinari ed il recupero delle somme relative all’indennità dei vicari chiedendo che le stesse siano pagate direttamente dall’Amministrazione.

Abbiamo inoltre posto all’ attenzione del tavolo la necessità di una riflessione sulle modalità concorsuali chiedendo di valutare  quelle già adottate da altre Amministrazioni e che hanno facilitato il percorso concorsuale dei lavoratori. In sostanza vorremmo trovare una via di mezzo tra il concorso a titoli che viene fatto in altre Amministrazioni e ”l’esame di stato” che di solito viene proposto all’Inail, dal momento che si tratta di un passaggio economico e non giuridico. La modalità adottata all’Inps dove i concorrenti hanno risposto ad una serie di domande estrapolate da un numero maggiore precedentemente consegnato  a ciascun lavoratore,  potrebbe essere quella giusta. 

L’incontro di ieri, politico, doveva concludersi con la sottoscrizione dell’accordo: la delegazione trattante ha ritenuto di dover approfondire le   richieste della RdB, in parte condivise dal tavolo,  ed ha rinviato ad un nuovo incontro previsto entro una settimana.

 

Roma, 27.09.2010

RdB-USB P.I.

Coord. Naz. INAIL

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati