Inail, prestiti, mutui, buoni pasto e benefici assistenziali

Roma -

Durante la riunione tenuta in data 15.07, riguardante i progetti speciali 2020, sui quali vi informeremo con un apposito comunicato, l’Amministrazione ha dato conto dello “stato di avanzamento” di alcune delle materie affrontate nelle ultime settimane:PRESTITI PERSONALIL’Amministrazione, sentita la DCOD, ha proposto il 1°novembre 2020 come data di decorrenza della riduzione dei tassi di interesse, al termine della sospensione attualmente in corso che scadrà il 31 ottobre. USB PI ha ribadito quanto richiestoin occasione della precedente riunione,che la decorrenza sia retroattiva (01.05.2020)in modo che possa riguardare tutti i prestiti indistintamente (sia quelli sospesi che quelli attualmente in corso di ammortamento che quelli richiesti nel periodo maggio/ottobre).Ricordiamo i termini della proposta in discussione:IMPORTO DEL PRESTITOTASSO ATTUALENUOVO TASSOfino a euro 35.0001.00% 0.85%da euro 35.001 a euro 75.000 1.50%1.275%oltre euro 75.001 2.00% 1.70% MUTUI IPOTECARIAvvalendosi delle indagini svolte dalla Consulenza Statistico attuariale, la DC Patrimonio elaborerà un documento di lavoro per la riduzione dei tassi di interesse, la cui decisione ultima è di natura politica e spetta al Consiglio di Amministrazione. USB PI sostiene che,come per i prestiti, l’abbassamento dei tassi dei mutui serve a dare ai lavoratori un concreto riconoscimento in una situazione di crisi economica e di perdita di pezzi di salario(basti pensare a buoni pastoe straordinari), che hainciso ulteriormente sui salari dei dipendenti pubblicigià attaccati pesantemente negli ultimi anni.BUONI PASTOPer quanto riguarda il riconoscimento del ticket in lavoro agile d’emergenza (attuale modalità ordinaria di lavoro)l’Amministrazione continua a non accogliere la richiesta di tutte le OOSS, sostenendoche la soluzione debba essere trovata in maniera uniformeper tutte le Amministrazioni, nell’ambito della Funzione Pubblica.USB PI, tra i primi, ha richiesto ilriconoscimento del buono pasto, che è parte integrante della retribuzione,e ora riafferma la necessità di una decisione coraggiosa della Amministrazione, stante il riconoscimento avvenuto in alcuni Enti del comparto e la prevista proroga del lavoro agile in emergenza (fino al 31 ottobre o 31 dicembre).BENEFICI ASSISTENZIALIL’Amministrazione ha comunicato che la bozza di accordo è pronta e verrà esaminata in una riunione tecnica prevista nella settimana prossima.A prescinderedalle singole questioni, qui descritte sinteticamente, ribadiamola necessità di affrontare una revisione complessiva delle misure relative al lavoro agile emergenzialee l’importanza di riattivaretutti gli strumenti nelle mani dell’Ente (buoni pasto, produttività, mutui, prestiti, rimborso spese energetiche, straordinari etc)per la tutela del salario dei lavoratori ericonoscere il giusto ed equo valore al lavoro prestato, durante tutto il periodo emergenziale, che durerà probabilmente per buona parte dell’anno 2020

.Roma, 15Luglio 2020 USB PI INAIL

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni