Dalla regione Toscana: mansionismo A e B

Firenze -

 

 

 

ASSEMBLEA DEL PERSONALE  DELLA REGIONE TOSCANA
  COMPARTO PARASTATO

 

 

 

            L’RdB Toscana ha convocato per oggi 3 luglio 2007 i lavoratori dell’INAIL, INPS, INPDAP e ACI in assemblee e presidi  per richiamare l’attenzione delle rispettive Amministrazioni sul fenomeno del mansionismo che, per  cause diverse, si sta di fatto riproponendo in tutti gli Enti del comparto.

Dalle due assemblee nazionali tenute a Roma dai colleghi dell’area A e B   sono usciti documenti in cui la causa principale del mansionismo è stata individuata nel   blocco delle assunzioni previsto dalle ultime finanziarie, che ha impedito il ricambio del personale in uscita per pensionamento,  provocando non solo un aumento dei carichi di lavoro, ma anche un aumento qualitativo delle prestazioni richieste ai lavoratori in genere, ma in particolare a quelli appartenenti alle qualifiche più basse.

 I fabbisogni degli Enti sono sempre meno rispondenti alle esigenze funzionali ed organizzative, mentre rispondono sempre più ad esigenze di carattere finanziario; inoltre nell’attuale ordinamento  i passaggi da un’area all’altra sono considerate nuove assunzioni e i costi sono a carico degli Enti.

 

Tutto questo impedisce un giusto inquadramento funzionale del  personale che rispecchi una  realtà organizzativa  pressata da un sistema premiante con obiettivi sempre più “sfidanti”, procedure informatiche sempre più innovative e moderne, mentre all’esterno il pubblico dipendente viene, in una visione volutamente falsata e strumentale, considerato “fannullone” .

 

Per richiamare Le Amministrazioni degli Enti del Comparto Parastato ad assumere precise responsabilità e predisporre direttive per il prossimo imminente rinnovo contrattuale che vada verso un diverso ordinamento professionale che, riducendo le qualifiche funzionali, elimini a monte la possibilità di svolgere mansioni superiori

 

 

 

 

 

 

                                                 l’RdB rilancia un

 

 blocco delle mansioni generalizzato e ad oltranza in tutti gli Enti del Comparto, nel rispetto della declaratoria delle mansioni contenuta nel CCNL, per ottenere:

·       La certificazione delle mansioni effettivamente svolte dai singoli lavoratori attraverso specifici Ordini di Servizio;

·       Il riconoscimento della differenza stipendiale per chi svolge con prevalenza e continuità mansioni superiori.

 

 

            L’RdB  respinge ogni forma di ricatto e pressione esercitata dalle singole Amministrazioni nei confronti dei lavoratori, nel rispetto al sacrosanto diritto di svolgere le mansioni adeguate allo stipendio percepito.

 

 

            L’RdB rivendica all’interno del rinnovo del Contratto di Lavoro un diverso Ordinamento Professionale, che preveda la cancellazione delle Aree A e B e la costituzione di un’ Unica Area di lavoro nella quale far confluire il personale delle tre attuali Aree (A B C), oltre che una decisa riduzione delle ingiustificate differenze stipendiali.

 

 

           

 

Firenze, 3 luglio 2007                                                       RdB Parastato Toscana                                                                                                  

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati