AGENZIA UNICA DELLA VIGILANZA: IL 3 MARZO NUOVO PRESIDIO DAVANTI AL MINISTERO DEL LAVORO

Roma -

Dopo il partecipatissimo presidio nazionale del 20 febbraio davanti al Ministero del Lavoro e

l’incontro con gli esponenti del ministero che hanno confermato l’intenzione di costituire l’Agenzia

unica della vigilanza, USB ha avviato le procedure per l’indizione di due ore di sciopero degli

ispettori di vigilanza di INPS e INAIL (in allegato la dichiarazione di sciopero).

Contemporaneamente, USB è impegnata nei territori a supportare la protesta degli ispettori e a

livello nazionale a promuovere l’iniziativa della richiesta di cambio di profilo, come forma di

pressione nei confronti delle amministrazioni degli enti previdenziali.

Non c’è molto tempo. INPS e INAIL devono far valere la forza di norme che assegnano agli enti

specifiche competenze e riconoscono forme di autonomia organizzativa e funzionale.

La Legge delega N. 148/2014 lascia due opzioni riguardo l’attività di vigilanza: rafforzare il

coordinamento tra INPS-INAIL-MINISTERO DEL LAVORO o istituire l’Agenzia della vigilanza.

USB è favorevole alla prima opzione.

Il 28 febbraio a Milano, nell’ambito della MANIFESTAZIONE NAZIONALE contro il Jobs Act, USB

porterà in piazza lo stesso striscione che campeggiava in Via Veneto il giorno della protesta

davanti al Ministero del Lavoro – “Si alla Vigilanza indipendente dalla politica. No all’Agenzia unica della Vigilanza”.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati